Corpi santi

La particolarità della chiesa di San Biagio sono anche i corpi mummificati dei santi. Dietro al grande altare si trovano i corpi conservati dei tre santi: S. Leone Bembo (+1188), S. Giovanni Olini (+1300) e S. Nicolosa Bursa (+1512). Qui sono conservate le parti più piccole e non distorte dei santi: il busto di San Sebastiano (+ 282), il piede di Santa Barbara (+288), la lingua della santa Maria d’Egitto (+522) e l’indice destro del Patriarca di Costantinopoli S. Eutichio (+582).

Non è stata ancora trovata una spiegazione scientifica per la loro conservazione. Si presume generalmente che un corpo possa essere conservato a lungo in determinate condizioni: quando la temperatura è bassa, la morte si verifica a causa di avvelenamento da arsenico o se il corpo è stato sepolto in un terreno ricco di ferro e tannini.

Curiosità

Ci sono complessivamente 370 reliquie o resti terreni di 250 santi conservati nella chiesa di Dignano. S. Leone Bembo, S. Giovanni Olini e S. Nicolosa Bursa furono proclamati santi via facti, cioè dopo che fu dimostrato di essere responsabili di numerose guarigioni.

Posizione - Chiesa parrocchiale di San Biagio

I corpi dei santi sono esposti nella chiesa parrocchiale di San Biagio. Ogni domenica Santa Messa nella chiesa parrocchiale è alle 8:30, 9:45 (in italiano) e 11:00.

POSIZIONE

Indirizzo: 52215 Dignano